Blog

Il “NUTRIPIATTO” di Nestlé: un’alimentazione a portata di bambino

by Anabella 27 Marzo 2019

Oggi, vi scrivo come Mamma, confindandomi con voi e raccontandovi quello che è successo con Giulia nelle ultime visite dal Pediatra, per il controllo e per la richiesta del certificato medico ad uso sportivo.

Allora, fin dalle prime visite, la pediatra mi aveva fatto notare quanto Giulia fosse più grande della media, percentile 99 %!  E fino li tutto bene;  diciamo che Giulia ha presso la mia altezza, ma la costituzione  è quella della famiglia di mio marito. -Tre anni fa, la pediatra mi ha fatto notare che Giulia aveva un kilo di sovrappeso, ma non ho pensato che fosse importante. – Due anni  fa invece, mi disse che – aveva due kili di sovrappeso;  mi sono preoccupata e ho iniziato ad essere più attenta, ma senza buoni risultati. Fino ad arrivare all’ultima visita,  in cui Antonella (la pediatra)si è proprio arrabbiata, diciendomi: “Anna, devi prendere sul serio questa situazione, con questo ritmo Giulia a dieci anni avrà 6 kili di sovrappeso”. Le sue parole; e la sua preoccupazione mi sono rimaste impresse e mi sono -preoccupata seriamente.

Giulia è molto attiva, è sempre in moviemento, ma è tanto golosa. Lei è una bambina felice, e non vorrei assolutamente metterla a dieta, ma ho capito che – allo stesso tempo- devo fare più attenzione alla sua alimentazione. Il nostro problema non sono tanto  le pietanze principali, perché  la nostra alimentazione familiare è molto sana, quanto i fuori pasto e le merende.

Consapevole che è proprio durante l’infanza che si formano le abitudine alimenitari che durano tutta la vita, ho capito che era molto importante prendere delle decisione ed insegnare a Giulia un nuovo  modo di mangiare sano e bilanciato senza troppe restrizioni.  Sinceramente però non sapevo da dove iniziare. Sono  stata molto felice, quando Nestlé mi ha invitato all’evento  su Nutripiatto, perchè volevo veramente mettermi in discussione come mamma ed imparare di più sull’alimentazione della mia famiglia, in speciale modo su quella di Tomy e Giulia. Ma soprattutto  avevo bisogno di linee guida con ricette bilanciate, perché non avrei MAI potuto seguire rigide diete settimanale…

Nutripiatto, mi è sembrato subito uno istrumento ideale, perché e molto semplice ed intuitivo e noi genitori abbiamo bisogno di semplicità; ma soprattutto perché, questo piatto intelligente,  è piaciuto tantissimo a Giulia la quale ha capito immediatamente l’importanza di mangiare più frutta e verdura, tant’è che è stata lei stessa a dirmi: “Mamma le porzioni di verdura devono essere più grandi!”. Successivamente ho notato con quanta semplicità ha capito che le porzioni le doveva misurare con il palmo della mano, senza bisogno di una bilancia. Perfetto!!   Vi dico di più, ha anche capito l’importanza di fare più sport, così domenica scorsa, su sua richiesta, siamo andati tutta la famiglia in bicicletta per la ciclabile accanto al Tevere.  

Mi sta a cuore il progetto di Nestlé perché mira ad aiutare i genitori a fare scelte più sane per i figli, per questo, durante la presentazione di Nutripiatto al Museo dei bambini a Roma il 13 di Marzo,  sono stata molto attenta e felice di partecipare..

Vi riporto, di seguito, una breve sintesi:

Nutripiatto è il progetto di educazione alimentare di Nestlé, nato a ottobre 2018, per supportare noi genitori nella gestione delle porzioni e dei pasti. È un modo semplice e divertente per creare (genitori e figli insieme) porzioni a misura di bambino, grazie a un kit composto da un piatto “intelligente” e da una guida didattica che spiega come utilizzare Nutripiatto, offrendo anche idee e consigli per soddisfare i fabbisogni nutrizionali dei bambini nelle differenti fasce di età dai 4 ai 12 anni. Nutripiatto inoltre, si avvale del contributo scientifico dell’Università Campus Bio-Medico di Roma.     

Il progetto Nutripiatto rientra nel programma internazionale Nestlé for Healthier Kids, che si pone l’ambizioso obiettivo di aiutare, entro il 2030, 50 milioni di bambini a vivere in modo più sano. E in un Paese come l’Italia, in cui una corretta nutrizione ha come alleato la dieta mediterranea, Nutripiatto ne sostiene ulteriormente i principi, focalizzandosi sulla corretta porzionatura di pasti e alimenti.

L’obiettivo di Nestlé è di distribuire 500.000 kit Nutripiatto entro il 2020, raggiungendo così quasi il 15% delle famiglie in Italia con bambini in questa fascia di età. 

Non solo, Nutripiatto potrà diventare un valido alleato per invogliare i bambini a prendere parte attiva nella scelta dei cibi e nella preparazione delle ricette, riportando nelle famiglie italiane l’abitudine a consumare cibi semplici, nel rispetto della stagionalità dei prodotti e dei piatti tradizionali.

Alla fine di questa interessante giornata, ero più consapevole della gravità del problema riguardante l’obesità infantile, grazie anche a tutti i dati forniti dall’Università Campus Bio-Medico di Roma. Grazie ai diversi interventi, ho imparato di più sulle quantità e le porzioni da dare ai nostri figli, sull’importanza di consumare cibi semplici, nel rispetto della stagionalità dei prodotti e, infine, ho capito che stare attenti, ci aiuta a ridurre il cibo avanzato nel piatto e quindi anche lo spreco alimentare. .  Mi sono divertita ad ascoltare la chef stellata Cristina Bowerman che, come mamma, ci ha donato tanti consigli utili!

Per ultimo, dal momento che NUTRIPIATTO sia uno strumento chiave per  insegnare ai nostri figli i principi di un’alimentazione sana e bilanciata,  vi  consiglio di visitare il sito  www.nutripiatto.nestle.it, da cui è possibile scaricare la guida didattica con ulteriori  approfondimenti, ricette consultabili liberamente, e richiedere il kit Nutripiatto gratuitamente.  Sono certa che i vostri bambini ne saranno felici!!

Me on Instagram

Never go out of style