Blog

HYDRA, L’ALTRA GRECIA

by Anabella 18 Agosto 2020

Hydra ha saputo conquistami all’instante, appena ho iniziato a intravederla dalla barca.   Questa bellissima isola vicino ad Atene, ha un fascino tutto suo, inconfondibile. Un mix di silenzio,  palazzi veneziani, Monasteri, cultura  e la bellezza di un mare incontaminato.

Hydra è silenziosa, avvolta solo dai rumori della natura, un vero tuffo nel passato. La sua  caratteristica principale, e che non ci sono le macchine. Niente rumori di motori, clacson e niente smog.    I  veri protagonista dell’Isola, insieme hai gatti, sono gli asinelli, unico mezzo di trasporto,  che ti accolgono appena arrivi al Porto con i suoi versi inconfondibili.

Per iniziare il nostro viaggio, vi lascio  alcune fotografie dell’Isola frutto delle mie lunghe passeggiate mattutine. Alcune sono del Porto, con su inconfondibile stile Veneziano, il Museo che durante l’estate ospita mostre internazionale, e alcune foto dell’interno dell’isola con le sue stradine piene di bouganville.

 

 

 Hydra è da sempre considerata la Capri della Grecia  è   la seconda casa degli ateniesi più colti e raffinati.    Del resto Hydra è da sempre stata una meta ambitissima da VIP e artisti: Eric Clapton, Mick Jagger, Leonard Cohen, Maria Callas, Chagall, Picasso e Onassis sono solo alcuni che hanno avuto il piacere di godere del relax e della bellezza del luogo. Sull’isola è stato poi girato nel 1957 il film “Il ragazzo sul delfino” con protagonista la nostra Sophia Loren. Nonostante ciò ha però mantenuto saldamente la sua identità culturale, la sua semplicità e la sua leggerezza.

 

 

 

 

HYDRA: TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE PER   UNA VACANZA  INDIMENTICABILI

Il porto ti  accoglie sin da subito,  e  ti dà  l’idea di un’isola fuori dal comune: La prima cosa che colpisce di Hydra sono gli edifici nobili del XVIII secolo (chiamati archontika) che si affacciano sul porto sotto ai quali stazionano file di asinelli  che aiutano gli abitanti del luogo nelle varie faccende quotidiane. Le antiche case dei capitani, le chiesette, e poi quelle stradine piene di bouganville  che si dissipano qua e là scoprendo deliziose piazzette in cui sonnecchiano splendidi gatti,  che nell’isola hanno trovato il loro habitat naturale.

 

 

COME ARRIVARE A HYDRA

Hydra, come le altre isole del golfo Argo-Saronico, (Poros e Spetses)  non è raggiungibile in aereo. Il modo più semplice per arrivare a Hydra è la traversata in mare dal porto del  Pireo (Atene). Ci sono traghetti e aliscafi giornalieri (fino a 6-8 al giorno in agosto) che raggiungono Hydra e impiegano da 1 ora e mezza (l’aliscafo) a 3 ore (il traghetto). I biglietti possono essere acquistati sia al porto che online, a questo link (https://www.ferries.gr/greek-islands-ferry/ferry_hydra.htm) scelta che vi consiglio,  e il costo si aggira sui € 30 a persona  Partendo dall’Italia si riesce a volare su Atene e raggiungere Hydra nello stesso giorno in poche ore.

 

 

COSA VEDERE A HYDRA : LA CITTA      

Il cuore dell’isola è la città di Hydra,  che si affaccia sul porto, dove si concentrano la maggior parte delle attività culturali. Praticamente deserta durante il giorno, si  movimenta soprattutto dal tardo pomeriggio fino a notte inoltrata, quando i turisti tornano dal mare e passeggiano tra i vari negozietti   o si godono un po’ di relax ai tavolini dei bar.

Tra gli edifici da visitare assolutamente: la Cattedrale della Dormizione della Vergine Maria in cui si trova il Museo Ecclesiastico e Lazaros Koundouriotis Historical Mansion  un bellissimo museo dedicato alla storia dell’isola dalla cui terrazza si gode di una vista mozzafiato sul porto e sulla città. Questo Museo inoltre,  è stato scelto come sede distaccata della Scuola di belle arti di Atene, una delle più prestigiose.

 

 

HYDRA COSA VEDERE :  IL CASTELLO 

Ed ora vi consiglio un posto imperdibili. Il Castello,  un bellissimo stabilimento/lounge bar/ ristoranti che conta con una delle terrazze più belle dell’Isola. Qui potete rilassarvi nei comodi lettini, ascoltando musica  e gustando una spremuta  di arancia, in Grecia sono buonissime,  o un cocktail al tramonto. Vi assicuro che l’atmosfera e incredibili.  Un posto che vi suggerisco anche si siete con i bambini piccoli, già che era il posto preferito di Giulia.  Il Castello si trova nella spiaggia Kamini e  si  arriva per un sentiero panoramico che parte dalla cittadina di Hydra.  Questo sentiero   vi permette di raggiungere alcune tra le spiagge più belle, vi propongo di percorrerlo sia al mattino presto ma anche durante il tramonto, perché sarà  una esperienza che vi porterete nel cuore.

 

HYDRA COSA VEDERE : LE SPIAGGIE

 

 

Le spiggia di Vlichos vista dall’alto

Proseguendo dopo Il Castello, per circa  un altro chilometro  vi apparirà dall’alto la bellissima baia di Vlichos, forse la più bella dell’isola. Qui vi stupirà una spiaggia di piccoli sassi bianchi, con ombrelloni di paglia e  acqua trasparente.  Una delizia.   Inoltre avrete due ottime opzioni per il pranzo: una taverna con vista mare, (da provare i pomodori   ripieni di riso e  le verdure assieme alla salsa di melanzane e menta)  Oppure,  il buonissimo ristorante Enalion (proprio alle spalle degli ombrelloni). In entrambi i casi farete fatica a spendere più di 20 euro mangiando pesce fresco e bevendo vino!

 

Le spiagge di Bisti e Agios Nikolaos

Queste due spiagge di sassi bianchi sono accessibili solo via mare, ma ne vale assolutamente la pena!. Ogni mattina troverete diverse barche in partenza dal porto di Hydra dirette verso entrambe le spiagge.   La prima fermata è a Bisti, la più vicina: è una stretta lingua di sassolini, circondata da una foresta di pini e lambita di un turchese assoluto. C’è una pineta subito dietro la fila di ombrelloni, perfetta per un momento di assoluto relax (  riposino   pomeridiano).  Agios Nikolaos, invece, è più grande e raccolta, l’acqua qui è sempre calma,  già che è riparata dal vento e di un colore magnifico.

 

 

Le spiagge di Plakes : La passeggiata nel silenzio.

Proseguendo a piedi dopo qualche minuto si arriva alla spiaggia di Plakes, silenziosa e isolata

 

 

 

HYDRA COSA VEDERE:  Monasteri arroccati e solitarie calette

Addentrandosi nell’entroterra con scarpe comode e un piccolo zaino sulle spalle,  si  può̀ partire alla scoperta dell’isola. E’  possibile incontrare numerose chiese sparse,  (si dice addirittura che a Hydra ci sia una chiesa per ogni giorno dell’anno) e vari monasteri ortodossi costruiti nelle zone più̀ alte da cui si gode una vista senza pari.  Tra cui quello di Zouvras che si raggiunge con una camminata di un paio d’ore, o Aghios Triadas per soli uomini e Profitis Ilias e Aghios Nikolaos aperti anche alle donne. Suggestivo anche il monastero della Vergine Maria che si raggiunge attraverso strade bianche  salendo 636 scalini, con un panorama  realmente incredibile.

Il mare di Hydra ti conquista al primo sguardo con spiagge nascoste in calette che si scoprono solo muovendosi.  Il mio consiglio, camminare, camminare, camminare…non vi pentirete!

 

DOVE DORMIRE A HYDRA:

 

 

Hydra offre tante  opzioni, si può    dormire   al porto, nelle vecchie residenze veneziane, riconvertite in lussuosi hotel o in una casa a picco sul mare. Ci sono anche piccoli hotel e bellissimi B&B adatti a tutte le tasche. Vi consiglio:

Il Four Seasons,  nella spiaggia di Vlichos è un boutique-hotel di otto meravigliose suite vista mare in un’antica e lussuosa residenza completamente restaurata nel 2008. Un ristorante e un bar sulla spiaggia completano lo scenario.

Nereids Guesthouse Si arriva con solo  quattro minuti a piedi, nella parte più antica del paese,   una residenza in pietra con stanze ampie che guardano il mare, immerse nella tranquillità  più assoluta.

Da Mastoris  si alloggia in un antico panificio ristrutturato dove ogni oggetto, nelle sei stanze a disposizione, è stato recuperato dal passato diventando complemento d’arredo e dove la sua appassionata proprietaria prepara ogni giorno ricche colazioni e aperitivi in terrazza solo con prodotti delle isole e certificati.

​Hotel Miranda Situato nella casa di un ex capitano di mare risalente al 1810, è un  elegante hotel che  si affaccia sul porto. Si trova solo   a 5 minuti a piedi sia da Hydra  Porto sia dell’Archivio Storico – Museo di Hydra.

Le  camere hanno soffitti originali decorati del 18° secolo decorata con   opere d’arte del 19 ° secolo.

DOVE MANGIARE AD HYDRA

 

I ristoranti da consigliare certamente ad Hydra sono tre:

Téchnē Restaurant & Social  Mi sono innamorata di questo posto. Location perfetta e cucina moderna che reinterpreta le ispirazioni classiche. Qualità da ristorante stellato. Vi consiglio di andare presto per godervi il tramonto, con uno spritz al profumo di mandarino e poche gocce di mastica (resina vegetale ottenuta dal lentisco). Con Giulia siamo andati anche a pranzo, già che si trova lungo la strada che porta alle spiagge, ed è bellissimo anche di giorno.

Il Castello, perfetto per una cenetta romantica, in una delle terrazze più belle dell’Isola. Anche qui, vi consiglio di arrivare presto per godervi un tramonto speciale, e mangiare assolutamente pesce.

Paradosiakòn Una taverna,  dove si cena con il daikos  (frisella di pane cretese condita con pomodorini formaggio mizithra, olio e origano)  assieme a zucchini fritti e polpo alla griglia, bevendo bicchieri di ouzo colmi di ghiaccio.

 

Hydra, ha un’anima veneziana nobile, ma allo steso  tempo  semplice e leggera. I miei assolutamente da non perdere; per godervi quest’isola silenziosa avvolta solo dai rumori dalla natura:

  • Almeno un giorno, sveglia al alba,   per  perdersi per le stradine dell’isola nel silenzio assoluto, e scoprire il risveglio dell’isola a ritmo lento con le persone del posto.    Mi ha portato veramente hai ricordi  delle vacanze della mia infanzia quando tutto era a misura di uomo.

 

  • Visitare collina di Aghios Athanasios con i sette mulini a vento Salendo dal porto verso l’antica città Kiafa, percorrendo stretti vicoli e costeggiando negozietti, piccoli hotel e palazzi, una passeggiata che vi rimarrà impresa nella memoria e nel cuore.
  • Imperdibile l’aperitivo al tramonto dall’Hydronetta: il sole tramonta sul mare esattamente davanti alla terrazza di questo bar, e la vista non ha eguali.
  • La Farmacia Rafalias rimasta intatta dalla sua apertura avvenuta nel 1890.
  • Il Periptero con antichi cannoni e un panorama pazzesco e la caletta di Spilià.

 Hydra è un’isola da visitare assolutamente al meno una volta nella vita! Mi permetto di regalarvi questo consiglio, perché sono certa che non vi pentirete! Un viaggio che può essere perfetto per un weekend  romantico, ma anche per una vacanza in famiglia, già che Hydra è perfetta per visitarla con i bambini. Sono i primi a sentirsi a casa, e giocare fino a tardi nelle piazzette che si aprono al porto.

 

Que tengas un lindo dìa.

Anabella

 

  1. Qué completa descripción!! Sin duda me han dado ganas de visitar Hydra☺. Guardaré esta información para cuando vayamos. Muchas gracias Ana!!

  2. Bellissimo questo tuo post su quest’isola greca di cui non conoscevo l’esistenza…Sei meglio di una guida turistica!
    Ci faccio sicuramente un pensierino x le prossime vacanze. Gracias Ana!

    1. Ciao Pao!! Hai visto che meraviglia Hydra, anch’io prima non la conoscevo, è stata una bellissima scoperta…me ne sono innamorata!
      un abbraccio grande!

  3. Que maravilla este post! Sin dudas que Grecia está en mi lista de lugares para visitar! Gracias por los tips y las fotos maravillosas!

  4. Qué lindas todas las fotos ♡♡♡ genial post!

  5. Se solo potessi🥰comunque è una “recensione “bellissima!grazie

  6. Complimenti Anabella, resoconto perfetto, hai toccato tutti i punti e mi hai fatto venire una gran voglia di andare lì e perderti per quelle stradine!!!

  7. Stupendo racconto con le tue parole e le meravigliose foto che hai condiviso. Sembra di essere stati li con te a vedere tutto. Non so se mai ci andrò ma, hai descritto perfettamene dove sembra molto fiabesco, limpido e semplice come deve essere un’isola senza auto che vive bene. Bello l’asino fuori della casa “parcheggiato” invece dei mezzi a motore. Mi piacciono tante le case bianche con gli arredi colorati di porte o tavolini. Grazie Anabella.

  8. Penso che l’idea di fare questo blog è bellissima; molto belle le foto ed i tuoi commenti che guidano nella visita del posto e ti fanno sentire come se fossi lì. Sarebbe bello che questo blog crescesse ogni volta che tu viaggi. Grazie per “la vacanza” che ci regali.

  9. Bellissimo! Salvo tutte le informazioni e chissà se una di queste prossime estati… Grazie!

I commenti sono chiusi

Me on Instagram

Never go out of style